Connessioni urbane

La sua collocazione territoriale è un elemento di forte caratterizzazione del progetto. L’area si colloca in una posizione di completamento del tessuto urbano e di cerniera tra la città e l’area metropolitana.
La prossimità del progetto alle grandi infrastrutture viabilistiche e di trasporto pubblico rappresenta un forte vantaggio competitivo. Le nuove infrastrutture e le connessioni tra il nuovo quartiere e Milano previste andranno a completare e potenziare il sistema infrastrutturale della parte sud-est dell’area metropolitana.

Strade

La connessione con il sistema viabilistico dell’area metropolitana Milanese è a più livelli.

  • Quella con il sistema autostradale è diretta ed avviene attraverso la tangenziale Est di Milano (svincoli Mecenate, Paullese, Rogoredo).
  • Il collegamento con il centro della città è garantito dal prolungamento sotterraneo della statale paullese verso piazzale Cuoco e piazzale Bologna.
  • Infine, collegamenti in superficie completano la tessitura con il reticolo stradale urbano dei quartieri adiacenti.

E’ stata riservata una particolare attenzione alla viabilità interna, distinguendo i flussi diretti ai poli di attrazione esterni principali (Museo, Arena, Retail District, Business Centre), da quelli diretti alle residenze, evitando quindi flussi di attraversamento.
Lungo tutta l’area sono previste piste ciclabili in integrazione con quelle del parco urbano, oltre a stazioni di bike sharing e car sharing, per rispondere alle esigenze di tutti i residenti e visitatori. Particolare attenzione è stata dedicata ai progetti di smart mobility come accesso controllato ai veicoli, sistema di guida ai parcheggi in real time e accesso controllato alle zone di sosta.

Trasporto pubblico

La soluzione adottata per il trasporto pubblico prevede livelli gerarchici differenti e integrati:

AV – L’alta velocità , con un rapido ed efficiente collegamento con le principali città italiane (Torino 50’, Bologna 50’, Roma 3h 20’).
Il trasporto pubblico suburbano, con le stazioni di Rogoredo  (MM3, S1, S2, S13 e S14) e di Forlanini (MM4, S5, S6 e S9), che si integra con la rete della Metropolitana.
Il prolungamento della linea tranviaria n. 27 (portanza stimata 73.000 passeggeri/giorno) che andrà a completare la rete del TPL della zona Sud-Est di Milano, connettendo la stazione di Rogoredo (MM3, S1, S2, S13 e S14) con la stazione Forlanini (MM4, S5, S6 e S9).

A questo va aggiunta una significativa attenzione all’inter-modalità, garantita dal parcheggio nei pressi della stazione Rogoredo, che ne potenzia ulteriormente la funzione di hub.